NATUROPATA RIFLESSOLOGA CARPI - MODENA - REGGIO - ANTONELLA ANCESCHI Il naturopata è una figura professionale che educa alla prevenzione in modo olistico.
Home » Articoli » ALOE: LA PIANTA DALLE MILLE VIRTU'

Articoli

ALOE: LA PIANTA DALLE MILLE VIRTU'

ALOE: LA PIANTA DALLE MILLE VIRTU' - NATUROPATA RIFLESSOLOGA CARPI - MODENA - REGGIO - ANTONELLA ANCESCHI

CONOSCI LA PIANTA DALLE MILLE VIRTU’?
l'Aloe è una pianta alcaloidea, il cui uso risale all’antichità. 
Alcune tavolette di argilla ritrovate nella città di Nippur vicino a Bagdad parlano dell’utilizzo di questa pianta dalle foglie affiliate come coltelli.
Anche gli Egizi la utilizzavano come cicatrizzante e nella preparazione di prodotti per l’imbalsamazione. 
Nel 1959 , grazie all’intuizione di un farmacista del Texas , venne ideato un processo per utilizzare la polpa attraverso stabilizzazione che portò alla relativa commercializzazione del prodotto e al contempo vennero messe in luce le benefiche proprietà della pianta da un punto di vista di cicatrizzazione e per trattare le grandi bruciature.
l’Aloe deve le sue proprietà benefiche ai numerosi costituenti che si trovano all’interno delle foglie della pianta, soprattutto calcio , magnesio, sodio, potassio, rame, ferro ,zinco, manganese. 
Ha proprietà antinfiammatorie , contiene polisaccaridi con effetto protettivo della mucosa dell'apparato digerente ed ha un alto contenuto di vitamine del gruppo A C e B tra cui ricordiamo soprattutto e non solo la B6, B9 e la B12. E’ apprezzabile per la sua "virtus" depurativa ed anti infiammatoria degli steroidi vegetali in sinergia all’azione cicatrizzante dell’acemannano , una macromolecola chiamata glicosaminoglicano D-isomero estratta dalle foglie dell'Aloe Vera barbadensis che sembrerebbe avere proprietà benefiche di immunostimolazione, con azione antivirale.
L’Aloe contiene importanti aminoacidi e regola gli zuccheri del sangue.
Trova un largo impiego ed utilizzo in tutte le affezioni dell’apparato digerente come coliti, gastriti, pesantezza di stomaco, alitosi, disbiosi intestinale, meteorismo, stipsi, esofagiti e reflusso. 
Migliora l’assorbimento delle proteine, riducendo le fermentazioni intestinali , ostacola la produzione di funghi , virus e batteri con risultati che si possono apprezzare già dopo una settimana di impiego del prodotto . 
Nella scelta verificate che non contenga Aloina, un principio attivo che è normalmente presente nella pianta , che ha un effetto lassativo irritante per le mucose dell’intestino, per cui è bene controllare che il prodotto che utilizzate sia stato sottoposto ad un trattamento per privare l’azione di questa sostanza. 
Si consiglia l’utilizzo dell’Aloe in tutti i grandi passaggi di stagione, per dare una sferzata al sistema immunitario, pulire e detossinare il fegato, lo stomaco e il pancreas. 
Per uso esterno è cicatrizzante, costituisce un vero e proprio balsamo lenitivo nelle ustioni e ferite.
Aloe Vera è raccomandata nelle depurazioni e quando ci si sottopone a trattamenti di riflessologia plantare che vanno a muovere tutte le strutture energetiche e sollecitare l’azione sinergica degli emuntori nel processo di detossinazione dell’organismo per riportare all’omeostasi.
Consiglio di rivolgersi sempre al proprio medico curante in presenza di importanti patologie , evitando il fai da te e ne sconsiglio l’utilizzo in gravidanza, nei bambini al di sotto dei 7 anni e dei 40 Kg. 
La natura ci dona un vero e proprio elisir di lunga vita , grazie a questa pianta straordinaria, di cui possiamo far tesoro per mantenerci in salute e regalarci ben-essere!
Riequilibrio Antonella Anceschi Naturopata, Riflessologa
www.riequilibrio.it
info@riequilibrio.it

18-07-2017 commenti (0)